Edizioni

MTPL: II edizione

A.A. 2017/2018. In partenza a novembre 2017 – iscrizioni entro il 22 settembre


MTPL: I edizione

A.A. : 2016-2017

Dove sono stati svolti gli stage:

  • Regione Lombardia – area trasporti;
  • Comune di Milano – area trasporti
  • ATM S.p.A
  • 10% Arriva S.r.l
  • 20% FNM Autoservizi
  • 10% Trenord
  • 10% Società di consulenza;
  • 10% Agenzia del trasporto

Provenienza degli allievi

  • Politecnico di Milano
  • Università di Genova
  • Università di Matera
  • Università di Milano-Bicocca
  • Università di Pavia

Laurea di Provenienza

  • Economia aziendale
  • Ingegneria
  • Geografia
  • Urbanistica

Livello laurea di provenienza

  • 65% laurea di I livello
  • 35% laurea II livello

Governance

Il  comitato di coordinamento è così composto:

  • Prof. Ugo Arrigo
  • Prof. Massimo Beccarello
  • Ing. Giovanni Colucci
  • Dott. Giacomo Di Foggia
  • Prof. Angelo Di Gregorio
  • Prof.ssa Anna Marzanati
  • Ing. Cesare Vaciago

Organizzazione

Funzione Persona
Direzione Prof. Massimo Beccarello
Coordinamento Ing. Cesare Vaciago
Organizzazione Dott. Giacomo Di Foggia

Obiettivi principali

I comportamenti virtuosi nel settore del TPL dipendono dalla trasparenza delle decisioni politiche e dalla professionalità degli operatori. Questa professionalità deve estrinsecarsi nel governo dei processi giuridici organizzativi e tecnologici che stanno determinando l’evoluzione del settore

  • Evoluzione della normativa a tutti i livelli (UE, Stato, Regione, Città) nella direzione dell’appalto pubblico delle gestioni e della contrattualizzazione dei servizi
  • Ruolo crescente dei processi di M&A negli assetti proprietari e la nascita di nuovi operatori internazionali;
  • Elevata informatizzazione di tutte le interazioni con la clientela (dalla biglietteria alla comunicazione)
  • Nuove metodologie trasparenti in materia di appalti della trazione e delle infrastrutture
  • L’ormai obbligatoria gestione di fasi di ristrutturazione produttiva, con revisione dell’organizzazione e gestione negoziata della mobilità della forza lavoro
  • Il rinnovo delle tecnologie automobilistiche e metroferroviarie, con la conseguente revisione delle reti, da un lato, e dei meccanismi di manutenzione, dall’altro
  • L’ingresso massiccio degli operatori ferroviari nazionali nell’arena del TPL, con un impatto fortissimo sul sistema competitivo
  • La nascita, nelle aree metropolitane, di forme sempre più capillari di sharing, in parallelo con una restrizione irreversibile della motorizzazione privata
  • L’integrazione tra politiche urbanistiche e di trasporto urbano e suburbano, con un rinnovato ruolo di quest’ultimo nel perseguimento delle strategie ambientali e di qualità della vita

L’obiettivo formativo dell’MTPL Bicocca è alimentare le specializzazioni professionali nella prospettiva di un approccio culturale integrato e consapevole nelle nuove immissioni nelle aziende partner